Bonus casa 2019: tutto quello che c’è da sapere

Anche per il 2019 è stato confermato il cosiddetto Bonus Casa e vengono quindi riconosciute le agevolazioni fiscali per i lavori che faremo in casa durante tutto il prossimo anno. La Legge di Bilancio conterrà, infatti, il via libera alla proroga delle detrazioni previste per chi farà ristrutturazione in casa, acquisterà mobili nuovi ed effettuerà lavori per l’efficientamento energetico domestico. Vediamo insieme, allora, in cosa consiste il Bonus Casa 2019 e cosa dobbiamo sapere per beneficiarne.

Bonus casa 2019, la proroga

II bonus casa 2019 è stato quindi ufficialmente confermato: via libera, perciò, ai lavori di ristrutturazione in casa, all’acquisto di mobilia, all’ecobonus e al bonus verde. Una serie di agevolazioni fiscali che fanno tutte parte del pacchetto chiamato bonus casa. Dunque, come possiamo beneficiare del bonus e per quali lavori? Cominciamo dalla ristrutturazione casa, per cui il bonus riconosce detrazioni fiscali sull'Irpef pari al 50% con una spesa massima di 96.000 euro, sia per lavori straordinari che ordinari. Le agevolazioni verranno spalmate in dieci anni, direttamente in dichiarazione dei redditi.

Bonus ristrutturazione casa 2019, cos’è

Entrando nel merito dei lavori di ristrutturazione casa per cui si può beneficiare delle agevolazioni fiscali, si tratta di:

  • interventi di manutenzione ordinaria,
  • interventi di manutenzione straordinaria,
  • lavori di restauro,
  • lavori di risanamento conservativo,
  • interventi di ristrutturazione edilizia.

Gli interventi possono essere fatti su edifici residenziali, condominiali o autonomi. Sono riconosciuti anche i lavori finalizzati alla realizzazione di autorimesse o posti auto, quelli per eliminare le barriere architettoniche.

Cos’altro prevede il bonus casa

Infine, nel bonus casa sono contenute anche le detrazioni fiscali previste per l’acquisto dei nuovi mobili e degli elettrodomestici di classe energetica alta. In questo caso viene riconosciuta una detrazione pari al 50% per una spesa massima complessiva di 10.000 euro. Infine, agevolazioni anche per chi voglia rendere più efficiente la propria casa da un punto di vista energetico. Via libera quindi all’installazione di nuovi infissi in PVC a Roma, affidandosi a una ditta esperta nel settore come Aep Infissi, o alla sostituzione della caldaia con un modello a condensazione. In questo caso le detrazioni fiscali sono al 50% e al 65%, le prime riguardano gli infissi, gli impianti di climatizzazione e le schermature solari. Invece l’agevolazione al 65% viene conteggiata per altri generi di lavori. Infine, una menzione a parte spetta al bonus verde che riconosce una detrazione fiscale del 36% nel caso di sistemazione del giardino e degli spazi verde della casa o del condominio.