Il Piemonte è ricco di aree naturali dai quali è possibile godere di un panorama mozzafiato e di aria salubre. Vediamo quali sono i tre parchi più belli della collina torinese e come raggiungerli.

 

Le colline del Po

 

Si tratta di una catena di rilievi che costeggia ad est la città di Torino, sulla sponda destra del fiume Po. Un tempo prendeva il nome di Montagna di Torino, oggi invece è principalmente conosciuta come Collina Torinese.

Si caratterizza per le modeste altezze, le numero aree verdi e la breve distanza dal centro cittadino. Queste peculiarità la rendono il luogo ideale per picnic, passeggiate all'aperto o, più semplicemente, per godere la meravigliosa vista.

Tra i tanti parchi che ospita, ve ne consigliamo soprattutto tre. Ecco quali:

 

 

Parco Naturale della Collina di Superga

 

Fu istituito nel 1991 al fine di tutelare e, al contempo, valorizzare un territorio estremamente ricco sul piano naturalistico e architettonico.

La posizione a metà strada tra le Alpi e il mare rende la flora ricca e variegata. Sono presenti infatti piante tipicamente alpine (come faggio, mirtillo nero, pino silvestre e sorbo montano) che si alternano a specie tipicamente mediterranee (sorbo domestico, dittamo e pungitopo).

Inoltre è ricca di foreste di castagno e querce, oltre a numerose conifere introdotte principalmente a scopo di riforestazione di tipo ornamentale.

Su tutto il paesaggio spicca il famoso complesso monumentale della Basilica di Superga, opera dallo stile barocco di inestimabile valore artistico.

Per quanto riguarda la fauna, invece, è ricca di mammiferi dalle grosse dimensioni e di uccelli, rapaci e non, caratteristici del luogo che consentono di dedicarsi con successo ad un interessante birdwatching.

Si estende per un'area di 801,95 ettari ed è facilmente raggiungibile da Torino con il pullman n° 79. All'interno troverai numerose aree verdi, di cui la più grande e bella è il Parco della Panoramica, con una superficie di 842 mq.

 

 

Parco della Maddalena

 

Il suo vero nome è Parco della Rimembranza, ma è principalmente noto come Parco della Maddalena perché è situato, appunto, sulla vetta del Bric della Maddalena. Questo è il punto più alto della collina torinese, raggiunge infatti i 715 metri sul livello del mare.

La sua estensione supera i 90 ettari ed ospita circa 21.000 alberi, per la maggior parte conifere non originarie del luogo. Si compone, inoltre, di numerosi sentieri pedonali, lunghi nel complesso più di 45 kg, che permettono passeggiate piacevoli e panoramiche.

Al suo interno si distinguono due parchi principali:

• Parco della Rimembranza: Con la sua superficie di 442.000 mq rappresenta il nucleo originario dell'area verde ed ospita il Faro della Vittoria, un imponente monumento in bronzo costruito nel 1928 per commemorare i 10 anni dalla vittoria dell'Italia nel primo conflitto mondiale. Alla base dell'opera è possibile leggere uno scritto di Gabriele D'Annunzio.

• Parco delle Repubbliche Partigiane Piemontesi: Nasce dopo l'ampliamento avvenuto negli anni 70 ed ha un'estensione di 450.000 mq. É situato nella parte più bassa dell'area verde.

Per raggiungere questo parco panoramico si può prendere il n° 70 della linea GTT.

 

 

Parco Europa

 

I lavori per questo parco iniziarono nel 1954, quando fu creato sul terreno un vasto poggio e vennero impiantati molti esemplari di Pino Italico. Inizialmente noto come Parco Cavoretto, appunto perché ubicato sulla collina omonima, nel 1961, con l'ultimazione dei lavori in occasione del centenario dell'Unità d'Italia, prese il nome di Parco Europa.

Tra i parchi della collina torinese è senza dubbio il più romantico, ideale per ammirare le stelle da una delle numerose panchine, o stesi su una coperta sui morbidi prati ben tenuti.

La parte nord è prevalentemente allo stato naturale, mentre il resto del parco è ricco di viali e vialetti, contornati da nicchie di vegetazione per lo più di tipo mediterraneo che rendono il parco unico e caratteristico nella collina torinese.

Ha una superficie di poco inferiore ai 100.000 mq ed ospita interessanti specie botaniche, alcune davvero bellissime da vedere, come la collezione di magnolie, le siepi di lauroceraso e i monumentali biancospini.

Per raggiungere questo posto si può prendere l'autobus n° 47.

I parchi della collina torinese sono perfetti per essere visitati in estate, quando l'aria in città è decisamente troppo calda. Ma è piacevole andarci in qualsiasi periodo dell'anno, per godere dell'affascinante miracolo dell'alternarsi delle stagioni.

Di admin